Tutto per trovare lavoro all' estero

News Lavoro all' Estero

Spagna: lavorare nel settore sociale

Il settore dei servizi sociali e di supporto alla persona in Spagna è strutturato in maniera simile a quella italiano. I servizi si fondano prevalentemente su interventi, indirizzi e finanziamenti pubblici; un ruolo determinante è esercitato dalle amministrazioni territoriali, dalle Comunità Autonome fino alle città ed ai paesi.
Ne consegue che anche il collocamento del personale è simile a quello degli altri funzionari. Esistono comunque delle opportunità anche attraverso organismi privati.
Nel settore pubblico il personale assunto a tempo indeterminato rappresenta circa il 40% mentre il 60% dispone di un contratto legato ad un programma operativo. Questa suddivisione riguarda tutte le Comunità Autonome tranne le Isole Baleari dove la stragrande maggioranza degli operatori beneficia di un contratto a tempo indeterminato.
L’operatività si esplica nel quadro del “Plan Concertado”, un programma di intervento pubblico definito a livello territoriale a seconda delle specifiche peculiarità.
Negli ultimi anni, nell’ambito dei servizi sociali, si è manifestata una crescente partecipazione del settore privato e, in particolare, del terzo settore; spesso questi soggetti sono stati coinvolti da enti pubblici per progetti o servizi specifici che questi ultimi non sono in grado di svolgere per mancanza di risorse o di competenze adeguate.
Anche per quanto riguarda le professioni non si notano differenze sostanziali con l’Italia. Tuttavia i cambiamenti che riguardano le società moderne stanno evidenziando nuovi settori di intervento nell’ambito dell’assistenza agli anziani, dell’assistenza sociosanitaria, dell’inserimento lavorativo e dei fenomeni legati alla migrazione.
Di conseguenza stanno emergendo nuovi bacini occupazionali e nuove professioni quali:

·assistenza geriatrica
·assistenza domiciliare
·mediazione interculturale
·mediazione familiare
·mediazione comunitaria
·terapia occupazionale
·aiuto per la salute domestica
·animazione socioculturale
·formazione occupazionale
·tutoraggio per servizi e attività extrascolastiche
·animazione sportiva

Nel settore pubblico le assunzioni sono generalmente determinate attraverso concorsi (oposiciones); tuttavia il crescente uso di contratti a tempo determinato e l’ingresso dei privati ha diversificato le modalità di accesso agli impieghi.
L’orario di lavoro settimanale è generalmente di 40 ore anche se negli ultimi anni in molte zone si è ridotto a 35 ore.
Gli stipendi variano a seconda della Comunità autonoma e, talvolta, le differenze sono abissali. A titolo indicativo un assistente domiciliare riceve uno stipendio lordo annuo di 15.000 Euro, un operatore sociale raggiunge i 25.000 Euro mentre un dirigente arriva anche a 37.000 Euro.

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Main Page Contacts Search